Organizzazioni

A partire dagli anni Settanta i nomadi si sono riuniti in diverse organizzazioni. La Missione evangelica Svizzera - vita e luce è parte dell’organizzazione omonima diffusa a livello mondialeè; dal 1985 è diretta dal pastore May Bittel, che rappresenta i nomadi nel Consiglio d’Europa a Strasburgo. La Radgenossenschaft der Landstrasse, fondata nel 1975, si considera come l'organizzazione mantello degli Jenisch in Svizzera e si impegna in particolare per la creazione e il mantenimento di aree di sosta fisse e temporanee. Dal 1985 lo Zigeuner Kulturzentrum (Centro itinerante per la cultura zingara) avvicina il pubblico in diverse città della Svizzera alla cultura dei nomadi.

La Fondazione Naschet Jenische fu creata nel 1986 come «risarcimento» per l'azione «Bambini della strada». Oggi si occupa in particolare di sostenere e consigliare le vittime dell'azione. Dal 1986 la Caritas offre consulenza per i nomadi. La Fondazione «Un futuro per i nomadi  svizzeri», istituita dalla Confederazione nel 1997, si impegna per migliorare le condizioni di vita dei nomadi svizzeri. Schäft qwant è stata creata nel 2003 come associazione transnazionale per mantenere e promuovere la cultura jenisch.

© 2012 Fondazione Un futuro per i nomadi svizzeri  // Informazioni editoriali